Come migliorare la memoria a lungo termine e potenziarla

Esistono diversi metodi per migliorare la memoria. Oggi in particolare vorrei presentare qualche trucco specifico per migliorare la memoria a lungo termine. E’ ormai un dato di fatto che l’esercizio fisico faccia bene alla mente oltre che al resto del corpo. L’ esercizio migliora l’umore, l’elaborazione delle informazioni e rende il pensiero più flessibile.

Ma vuoi sapere che effetto ha il movimento fisico sulla capacità di memorizzare? Questo dipende dal tipo di memoria. Esistono infatti due tipi principali di memoria: la memoria a breve termine e la memoria a lungo termine.

Memoria di lavoro o a breve termine

La  memoria a breve termine è di solito chiamata dagli psicologi anche “memoria di lavoro”.

La memoria di lavoro comprende ciò che è nella mente cosciente in questo momento e tutto ciò che viene fatto con queste informazioni. Include ad esempio ciò che ora stai leggendo, facendo, ovvero tutte le conclusioni e i pensieri che derivano dalle azioni che esegui nel presente. In parole povere, è tutto ciò che la tua mente elabora ora.

Ci sono studi che suggeriscono e dimostrano ampiamente la validità degli esercizi fisici nell’aumentare la memoria di lavoro. Dopo 30 minuti di esercizi, la memoria di lavoro delle persone migliora. La precisione può diminuire  un po’, ma questo viene compensato da un aumento della velocità di risposta del cervello.

Memoria a lungo termine

Per gli psicologi, la memoria a lungo termine è tutto ciò che lasciandoci coscienti, ci permette di richiamare memorie anche molto vecchie.

La memoria a lungo termine è come una memoria di massa, tipo un hard disk.

Gli effetti dell’esercizio fisico sulla memoria a lungo termine sono meno chiare. Alcuni studi dimostrano i benefici, altri no.

Uno studio recente suggerisce che l’esercizio fisico favorisce la memoria a lungo termine.

Questo studio ha ingaggiato giovani donne a cui è stato chiesto di imparare nuove parole, mentre pedalavano su una cyclette o dopo averlo fatto.

Si è potuto verificare così, che cosa succedeva alla memoria a lungo termine. I nuovi vocaboli vengono appresi con più facilità durante l’esercizio fisico. Lo stesso effetto invece, non si può avere subito dopo l’esercizio.

Gli studi suggeriscono inoltre che l’esercizio dovrebbe essere svolto a bassa intensità altrimenti il cervello viene stimolato troppo e i benefici dell’apprendimento possono essere persi.

Noi non sappiamo ancora se questi benefici si estendono ad altri tipi di apprendimento o durante altri tipi di esercizio. E’ probabile tuttavia che siano altrettanto validi.

Quindi, se si sta cercando di imparare una nuova lingua, forse vale la pena di armarsi di cuffie e ascoltare le lezioni di cambogiano mentre si corre, si pedala o si eseguono flessioni.